Bassi salari, la “regola di piombo” della Bce, di Paolo Pini

La “regola di piombo” della Bce è che i salari nominali crescano meno della produttività reale del lavoro. Ciò significa svalutazioni competitive interne, meno reddito, più disuguaglianze