Laureato in Fisica nel 1981, Università di Pisa; perfezionando Scuola Normale Superiore di Pisa (1981-1983); borsista presso l'Ecole Normale Superieure di Parigi (1983); ricercatore universitario, Università di Ferrara (1983-1992); professore associato di Fisica Sperimentale (1992-2007), Università di Ferrara, professore ordinario di Fisica Sperimentale (2007 - ad oggi), Università di Ferrara.
Membro della Commissione Scientifica Nazionale I dell'INFN (1992-1998).
Responsabile nazionale (sezioni INFN di Ferrara, Genova e Torino) dell'esperimento E835 a Fermilab (spettroscopia del charmonio, 1998-2005).
Responsabile nazionale (gruppi INFN di Ferrara e Siena) dell'esperimento CSR, raffreddamento laser con 'luce bianca' di fasci di ioni in anelli di accumulazione (1998-2000).
Responsabile nazionale (sezioni INFN di Ferrara, Legnaro e Siena) dell'esperimento TRAPRAD (intrappolamento di atomi radioattivi per test di fisica fondamentale, 2001-2012).
Responsabile nazionale (12 sezioni e laboratori INFN) dell'esperimento BaBar a Slac (studio dei decadimenti dei mesoni B, 2008-2016)
Membro del Comitato Consultivo Internazionale del ciclo di Euroconferenze "Atomic Physics at Accelerators" (1999-2001).
Direttore della Scuola di Fisica di Les Houches "Trapped particles and fundamental physics", maggio 2000.
Chairman del Program Advisory Committee del Laboratorio internazionale "Kernfysisch Versneller Instituut" (KVI) di Groningen, Olanda (2006-2015).
Presidente del Consiglio unificato dei corsi di laurea in Fisica- Università di Ferrara (2004-2010).
Preside della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell'Università di Ferrara (2010-2012).
Direttore del Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra dell'Università di Ferrara (2012-2018).
Responsabile scientifico da oltre 15 anni di un gruppo di ricerca attivo nel campo della fisica delle particelle elementari e di un gruppo di ricerca attivo nel campo degli acceleratori e dei laser. Ha effettuato esperimenti presso i laboratori CERN di Ginevra, Fermilab di Chicago, SLAC di Stanford, Max-Planck-Institut für Kernphysik di Heidelberg e presso i Laboratori Nazionali dell’INFN di Frascati e Legnaro.
Ricerca scientifica:
Fisica atomica (1981-1984): interferenza di fotoni singoli, atomi di Rydberg.
Fisica delle particelle elementari (1983-ad oggi): misure dei fattori di forma elettromagnetici del protone e neutrone nella regione time-like, spettroscopia del charmonio, studio dei decadimenti dei mesoni B, studio della violazione di CP.
Fisica degli acceleratori e dei laser (1983-ad oggi): raffreddamento ad elettroni e relativa diagnostica laser, sorgente ultrafredda di elettroni, fotosorgenti ad arseniuro di gallio, raffreddamento laser con 'luce bianca', intrappolamento di atomi di francio.
Sviluppo di rivelatori innovativi: rivelatori a fibre scintillanti, tubi a streamer limitata, rivelatori RICH.
Oltre 800 pubblicazioni e comunicazioni a congressi.