1. Curriculum sintetico (1986-2006)
PROFILO biografico-accademico

Marcello Balzani è nato a Forlì il 5 agosto 1962. Risiede a Forlì.

• Nel 1986 si laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Firenze con 110 e lode /110.

• Nel 1995 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in Rilievo e Rappresentazione del costruito discutendo la tesi presso l'Università «La Sapienza» di Roma.

• Nel 1997 è vincitore del concorso pubblico nazionale per un posto di Ricercatore universitario presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. Afferisce al Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara. Dall’agosto del 2001 è Ricercatore confermato.

• Dal 1995 è docente presso gli Atenei di Firenze, Ferrara e Milano insegnando le materie del “Disegno”, del “Rilievo”, delle “Tecniche della Rappresentazione dell’Architetettura” e del “Disegno Automatico” afferenti al gruppo disciplinare ICAR 17, in qualità di professore a contrattto prima e di professore supplente poi.

Dal 1 agosto 1997 al 30 giugno 1998 viene nominato, dal Consiglio di Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, responsabile del Laboratorio di computer grafica della Facoltà di Architettura e dal 15 marzo 2000 mantiene permanentemente questo ruolo di responsabilità della struttura didattica e di ricerca.

Dal 15 marzo 2000 viene nominato, dal Consiglio di Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, Direttore Responsabile del Nub Lab (Modeling Architectural Surveying & Research), il Laboratorio di rilievo, modellazione e prototipazione 3D della Facoltà di Architettura di Ferrara. Il Nub Lab dal luglio 2003 afferisce al Centro per lo Sviluppo di Procedure Automatiche Integrate per il Restauro dei Monumenti - D.I.A.P.Re.M. (Development of Integrated Automatic Procedures for Restoration of Monuments) dell’Università degli Studi di Ferrara, del quale è membro del Consiglio Direttivo.

Dal luglio 2005 Professore Associato di Rilievo Architettonico Ambientale (ICAR17) presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara.

Dal gennaio 2006 è Direttore del Centro Dipartimentale D.I.A.P.Re.M.

ATTIVITÀ DIDATTICA istituzionale

Dopo la discussione della Tesi di Laurea, è invitato dal prof. Marco Bini a collaborare alle attività didattiche del corso di Disegno e Rilievo dell’Architettura, per il quale segue seminari tematici sul Rilievo urbano e il Rilievo e la rappresentazione del verde; oltre a collaborare alle attività didattiche del Dipartimento Processi e Metodi della Produzione Edilizia dell'Università degli Studi di Firenze, presso il corso di Morfologia dei componenti.
Segue un lungo percorso formativo presso la Cattedra di Disegno e Rilievo, fino ad ottenere la responsabilità di corsi dell’area del rilievo e della rappresentazione presso la Facoltà di Architettura di Ferrara e di Firenze a partire dall’A.A. 1995/’96.
In particolare:

• Facoltà di Architettura di Ferrara
AA. AA. 1995-’96; 1996-’97:
Professore a contratto in "Rilievo dell'Architettura" (I anno)
AA. AA. 1999-‘00; 2000-’01; 2001-’02; 2002-‚03; 2003-‚’04
Supplente del corso "Rilievo dell'architettura II" nel corso integrato di “Rilievo e Tecniche della Rappresentazione” (IV anno)
AA. AA. 2000-’01; 2001-’02; 2002-‚03; 2003-‚’04
Supplente del corso "Disegno Automatico" nel corso integrato di "Procedure Automatiche Integrate per l’Analisi dei Monumenti e dell’Edilizia Storica" (V anno)
AA. AA. 2002-‘03:
Supplente del corso "Rilievo dell'Architettura" (I anno)
AA.AA. 2004-05, 2005-06
Titolare del corso "Rilievo dell'architettura II" nel corso integrato di “Rilievo e Tecniche della Rappresentazione” (IV anno)
AA.AA. 2004-05, 2005-06
Titolare del corso "Disegno Automatico" nel corso integrato di "Procedure Automatiche Integrate per l’Analisi dei Monumenti e dell’Edilizia Storica" (V anno)
AA.AA. 2005-06
Titolare del corso "Rilievo dell'architettura II" nel corso integrato di “Rilievo e Tecniche della Rappresentazione” (II anno)

• Facoltà di Architettura di Firenze
A.A. 1996-’97:
Professore a contratto in "Tecniche della Rappresentazione" (I anno)

• Politecnico di Milano – Terza Facoltà di Architettura (Design)
A.A. 2000-’01:
Supplente del "Laboratorio di Disegno - Sezione Prodotto P1" (I anno)

• Pontificia Universidade Católica da Paraná di Curitiba (Brasile) e Facoltà di Architettura di Ferrara per il programma di Pós-graduação in conservazione restauro
A.A. 2002-’03:
Responsabile dei corsi di "Procedimentos automáticos para conservação e restauro”

L’impegno didattico, strettamente relazionato alle attività di ricerca, si qualifica nel graduale affinamento delle modalità di comunicazione delle informazioni e delle esperienze e nell’elaborazione di strumenti didattici sempre più accurati. Nel corso degli anni è stato relatore e co-relatore di tesi di laurea principalmente nell'ambito del rilievo architettonico, urbano ed ambientale presso la Facoltà di Architettura di Firenze e di Ferrara.
Ha tenuto diverse comunicazioni ai dottorandi in Rilievo e rappresentazione del costruito e dell’ambiente nelle Facoltà di Architettura dell’Università di Roma “La Sapienza” e dell’Università di Firenze.


ATTIVITÀ DI RICERCA

Svolge attività di ricerca scientifica principalmente nell'ambito del Dipartimento di Architettura dell'Università di Ferrara.

Complessivamente è autore di 7 pubblicazioni monografiche e di oltre cento saggi a stampa su argomenti inerenti il gruppo disciplinare ICAR/17 - Disegno.
Nel corso del tempo la sua attività di ricerca si è principalmente orientata verso le seguenti aree tematiche:

1. RILIEVO ARCHITETTONICO E URBANO
2. DISEGNO AUTOMATICO

Relativamente alla prima, si è concentrato sullo studio di metodologie per il rilievo della scena urbana e di applicazioni avanzate di rilievo strumentale morfologico (laser scanner 3D) e colorimetrico,. che sono alla base anche delle ricerche per l’applicazione di metodiche di disegno automatico che implementino tecniche di rappresentazione dell’architettura e dell’ambiente costruito. Inoltre ha cercato di individuare metodologie e procedure che finalizzano il rilievo e la rappresentazione all’analisi conservativa, diagnostico-restaurativa, strutturale e di controllo ambientale.

1986 – 1998: il rilievo urbano ed il rilievo critico della città e del paesaggio

Le riflessioni relative a metodologie di indagine, lettura e rilievo per i contesti urbani con particolare attenzione ai centri storici trovano esito nei seguenti testi:

- M. BALZANI, I componenti del paesaggio urbano. Colore. Dal rilievo al progetto del colore per la scena urbana, Maggioli, Rimini, 1994.
- M. BALZANI, C.F. GUERRIERI, I componenti del paesaggio urbano. Pavimentazioni, Maggioli, Rimini, 1991.
- M. BALZANI, M. BINI, Elementi di Arredo urbano. Introduzione alla lettura e al rilievo dei centri storici, Maggioli, Rimini, 1989.

La pubblicazione di questi tre volumi scandisce un periodo della ricerca (quello che va dal 1986 al 1998) in cui si indirizza sulla tematiche del rilievo urbano e del paesaggio. Di questo periodo è il rilievo del centro storico della città di Forlì, oggetto di una Convenzione di ricerca con il Dipartimento di progettazione dell’Architettura di Firenze "Studio sul tessuto connettivo del centro storico di Forlì con particolare riguardo all'arredo urbano", (Resp. Prof. Marco Bini) che poi porterà allo studio delle tracce quattrocentesche della città (si veda il rilievo sistematico e la lettura storica compiuta per la mostra Melozzo da Forlì. La sua città e il suo tempo del 1994).
La metodologia sviluppata, che cerca di scomporre la complessità della scena urbana in componenti (collore, pavimentazione, verde, ecc.) e di comprenderne le relazioni, porterà ad affinare metodologie di rilievo critico, la sua tesi di Dottorato di Ricerca in "Rilievo e Rappresentazione del costruito" (VII ciclo), "Metodiche per il rilievo dei dati ambientali e rappresentazione del paesaggio", (tutor è la Prof.sa Emma Mandelli) ne è un esempio. Le valutazioni morfologiche, dimensionali si innestano con quelle percettive e sensoriali per l’acquisizione di forme e modelli architettonici ed urbani finalizzati alle problematiche della progettazione urbana e della trasformazione della scena urbana, dell’accessibilità urbana e della psicologia ambientale (a questo proposito ha curato una parte, dedicata all’analisi dell’ambiente costruito: Il rilievo del brutto, su “Il Bello ed il Brutto, strategie per la difesa della città”, di Roberto Maestro, Firenze, 2002).
In questo settore di ricerca si collocano anche le sperimentazioni dei Laboratori creativi e partecipativi in cui le azioni di rilievo-rappresentazione analisi e valutazione vengono realizzate in collaborazione/partecipazione con studenti delle scuole primarie e secondarie del contesto ambientale individuato (vedi il volume curato in collaborazione dal titolo 12 Colori per 12 Comuni. Ricerca per la realizzazione di Città amiche dell’infanzia e dell’adolescenza nei Comuni dell’ex distretto socio sanitario di San Giorgio di Piano, 2004).

1998 - 2004: dal rilievo 3D alle metodologie integrate

La seconda fase del suo periodo di ricerca (quello che va dal 1998 al 2004) è soprattutto idenficata con la fondazione a Ferrara (insieme a Marco Gaiani) del Nub Lab, il Laboratorio di rilievo e modellazione 3D. Il rilievo avanzato con tecnologie digitali, assieme alle responsabilità del Laboratorio di informatica e del Nub Lab, porteranno a sviluppare tecniche e procedure di rilievo con laser scanner 3D e comprenderne le finalità e le utilizzazioni (ha curato un saggio sulle metodiche di rilievo avanzato, Rilievo tridimensionale con laser scanners 3D. Sperimentazioni per l’architettura e i beni artistici, in “Frontiere del Rilievo – Dalla matita alla scansione 3D”, a cura di Riccardo Migliari, Strumenti del Dottorato di Ricerca in Rilievo e Rappresentazione dell’Architettura e dell’Ambiente, Università di Roma “La Sapienza”, Dipartimento Rappresentazione e Rilievo, vol. 5/2001).
Di questo periodo sono prima di tutto le ricerche volte a valutare l’accuratezza e la precisione strumentale del laser scanner 3D in rapporto alle metodologie topografiche e fotogrammetriche (vedi i paper presentati ai simposi internazionali CIPA e ISPRS). Poi l’indirizzo di ricerca vuole comprendere ed individuare procedure integrate (strutturali, ambientali e diagnostico restaurative) attraverso le quali finalizzare il rilievo. Le sperimentazioni realizzate prima a Roma poi a Pompei, a Pisa, a Benevento, a Firenze e a Ferrara in luoghi monumentali dell’architettura e dell’archeologia hanno permesso di comprendere le potenzialità di un modello di rilievo integrato. La ricerca sfocia quindi, durante il 1993, nella fondazione del DIAPReM, un centro dipartimentale che unifica le competenze del Nub Lab con quelle del Sad Lab (il Laboratorio di calcolo strutturale) e pone le basi per un nucleo integrato di ricerca che si indirizza sul rilievo avanzato integrato (3D scanner, topografico e GPS), sull’analisi del degrato e colorimetrica (studio della riflettanza e degli stati conservativi dei materiali), sull’analisi strutturale ad elementi finiti, sulla prototipazione rapida da sorgenti di scansione 3D.
Lo sforzo di ricerca viene, inoltre, riversato anche sulla didattica degli ultimi anni di corso di laurea. Durante il corso integrato di Rilievo II (IV° anno) e del corso integrato di Disegno Automatico (V° anno) vengono rese accessibili le strumentazioni di rilievo e di prototipazione 3D attraverso un articolato modello didattico che permette di imparare procedure digitali, utilizzare laser scanner e collegare i casi applicativi nelle situazioni di indagine relazionate ai corsi di Restauro e di Diagnostica.


2003 - 2006: manuali operativi a supporto della progettazione architettonica

Dal 2003/04 mette a punto una sperimentazione didattica che viene finalizzata anche alla realizzazione di manuali operativi a supporto della progettazione architettonica con l’utilizzo di strumenti informatici. Il tema, che riguarda la progettazione delle tipologie residenziali in Europa, sviluppa anche un prodotto editoriale integrato con veri propri videocorsi multimediali, testati negli anni di didattica:

- M. BALZANI, G. TONELLI, N. MARZOT, Housing. Case a schiera. 40 esempi in formato digitale di edifici residenziali in Europa in 4 CD-ROM, Maggioli, Rimini, 2004.
- M. BALZANI, G. TONELLI, Housing 2. Edifici plurifamiliari. 40 esempi in formato digitale di ville urbane in 4 CD-ROM, Maggioli, Rimini, 2005.
- M. BALZANI (ed altri), Sistemi di progettazione architettonica. Corso Multimediale Cinema4D® R 9.5, e Corso Multimediale Allplan® 2005 e Corso Multimediale AutoCAD® LT 2004, 2005, 2006, Maggioli, Rimini, 2005.


Partecipazione a convegni e simposi internazionali

Inoltre ha presentato i risultati di ricerca applicata in diversi simposi internazionali:

- in The 6th International Symposium on Virtual Reality, Archaeology and Cultural Heritage,VAST (2005), 8-11 Nov 2005, ISTI-CNR, Pisa, Italy (M. BALZANI, M. FABBRI, F. MAIETTI, N. SANTOPUOLI, Survey, Modelling and Scientific Integrated Researches for Restoration and Enhancement of Cultural Heritage – A Study of the Bas-Relieves of the Camerino dei Marmi di Alfonso I for the Estense Castle).
- al Convegno “Italia-Canada 2005: 3D Dgital Imaging and Modeling Applications of: heritage, industry, medicine & land”, CIRGEO, Interdepartment Research Center in Cartography, Photogrammetry, Remote Sensing and G.I.S., Università di Padova, Padova 17-18 maggio 2005.
- È Membro del Comitato Organizzatore e Relatore della “1° International Conference on 3D Laser Scanning Technologies for Heritage Documentation”, tenutasi dal 26 al 31 luglio 2004 presso la Facoltà di Architettura dell’Università Federale di Bahia (Brasile);
- al “Geo-Environment 2004 – Monitoring, Simulation and Remediaton of the Geogical Environment”, Segovia (Spagna) 5-7 luglio 2004 (C. ALESSANDRI, M. BALZANI, R. CAMI, N. ZALTRON, An integrated automatic procedure for monitoring and evalutation ground instabilities);
- al “CIPA 2001 international Symposium, Surveying and Documentation of Historc Buildings – Monuments – Sites. Traditional and Modern Methodes”, Postdam University, settembre 2001. (M. BALZANI, A. PELLEGRINELLI, N. PERFETTI, F. UCCELLI, A terrestrial 3D laser scanner: accuracy tests);
- al “ISPRS Working Grroup e CIPA wg 6 international workshop on Scanning for cultural heritage recording”, 1-2 settembre 2002 a Corfù, (M. BALZANI, A. PELLEGRINELLI, N. PERFETTI, P. RUSSO, F. UCCELLI, S. TRALLI, CYRAX 2500 Laser Scanner and G.P.S. Operational Flexibility: From Detailed Close Range Surveying To Urban Scale Surveying);
- a "Eurographics 2000", agosto 2000; (M. BALZANI, M. GAIANI, F. UCCELLI, Reshaping the Coliseum in Rome: an integrated data capture and modeling at heritage sites);
- al “17th Conference of the International Association for people - Environment studies (IAPS – 2002)”, luglio 2002, A curuña, Spagna, (M. BALZANI, A. BORGOGNI, The body goes to the city);
- al VI Congreso Inter¬nacional de Expresion Grafica Arquitectonica. La rapresentación de la ciudad, II Historia de la rapresentació urbana: Hitos, códigos y tradiciones a Pamplo¬na, 9-10 maggio 1996, organizzato dalla Escuela T.S. de Arquitectura dall'Universidad de Navarra (M. BALZANI, La ricostruzione dell'immagine della città attraverso il rilievo urbano. Le tracce della città di Forlì nel Quattrocento).

Ha scritto diversi articoli per riviste specializzate (Paesaggio urbano, Costruire in Laterizio, Disegnare).

Le ricerche: dal rilievo della città al rilievo del monumento e del bene artistico

Ha partecipato a numerose ricerche svolte in ambito universitario; tra le più significative:

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Rilievo tridimensionale delle Architettura di Leon Battista Alberti", in collaborazione con la Fondazione “Centro Studi Leon Battista Alberti” di Mantova e il Consorzio Ferrara Ricerche (2005/2006).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Rilievo tridimensionale della Cattedrale di Pisa", in collaborazione con la ISTI-CNR di Pisa, l’Opera Primaziale di Pisa , Dipartimenti di Progettazione dell’Architettura di Ferenze (2005/2006).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo “Riqualificazione della Delizia del Verginese: valutazioni sulle possibili strategie esecutive per la realizzazione della nuova “Cantina del Sapere”" in collaborazione con il Comune di Portomaggiore e il Consorzio Ferrara Ricerche (2005/2006).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo “Sviluppo di procedure integrate per il rilievo tridimensionale, l’analisi strutturale e del degrado per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio architettonico di Ferrara: il rilievo tridimensionale della scena urbana tra Piazza Travaglio e Piazza Trento Trieste" in collaborazione con il Comune di Ferrara (2004/2006).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo “Sperimentazione di sistemi di rilievo avanzato 3D per la valutazione di impatto ambientale della nuova viabilità provinciale” in collaborazione con la Provincia di Firenze e il Dipartimento di Progettazione dell’Architettura dell’Università di Firenze (2005-2006).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Il rilievo 3D e lo studio per la riproduzione dei bassorilievi provenienti dal Museo dell’Ermitage che definivano i -Camerini di Alabastro- del Castello Estense“ un programma di ricerca inserito nel protocollo attuativo di “Sviluppo di procedure integrate per il rilievo tridimensionale e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale” tra l’Università degli Studi di Ferrara, Dipartimento di Architettura e la Provincia di Ferrara, (2004-2005).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo “Rilievo tridimensionale del Trittico ligneo dell’abside di San Francesco a Ferrara” per conto della Soprintendeza Beni A. S. e Etnoantropologica, sede di Bologna, (2005).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo “Ricerca e sviluppo software attraverso l’integrazione dei software regionali (suaped, gpe, ascot 3 web, geomedia, etc) e sviluppo front e back office per successiva integrazione con Myportal e consulenza tecnica ed informatica destinate alla realizzazione del Centro Tecnico e di Servizi per il Territorio (C.T.S.T.)”, che BGSP per conto del Consorzio BIM, in collaborazione con il Consorzio BIM Gestione Servizi Pubblici S.p.A. e il Consorzio Ferrara Ricerche (2005/2006).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Rilievo tridimensionale del Castello di Casalbagliano in località di Casalbagliano (provincia di Alessandra)", realizzata per conto del Comune di Alessandria e il Consorzio Ferrara Ricerche (2005).

• Partecipa, coordinando e realizzando le operazioni di rilievo 3D tramite laser scanner Cyrax 2500 e 2400, in qualità di Responsabile del Nub Lab di Ferrara, al Il rilievo del Battistero di Pisa, Convenzione tra Università degli Studi di Firenze -Dipartimento di Progettazione dell’Architettura- e Opera Primaziale del Duomo di Pisa; Responsabile Prof. Marco Bini, (2002).

• E’ responsabile scientifico, per il Dipartimento di Architettura, del rilievo e della rappresentazione di circa 180 edifici religiosi della Diocesi di Ferrara, all’interno della ricerca Arte e spiritualità nella Diocesi di Ferrara-Comacchio. L’Architettura, commissionata dal Seminario Arcivescovile di Ferrara-Comacchio, (2002-2005)

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo “Sperimentazione e applicazione di procedure e metodologie di rilievo avanzato all’architettura monumentale in Firenze“ un programma di ricerca che si concentra sulle architetture di Michelangelo (Biblioteca Laurenziana e Sagrestia Nuova di San Lorenzo) tra il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara e la Facoltà di Architettura di Firenze (2004).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Rilievi e modellazione tridimensionale della Sala Estense e locali Ex Bazzi” ambienti del palazzo comunale di Ferrara, in collaborazione con il Comune di Ferrara (2003-2004).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Rilievi tridimensionali per la verifica di zone a rischio di frana di crollo di Monte Sasso (Forlì-Cesena) e Brisighella (Ravenna) e per l’adeguamento idraulico delle chiuse di Castiglione e San Marco (Ravenna)”, in collaborazione con l’Autorità dei Bacini Regionali Romagnoli (2002-2004).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "3D survey of the Archeological site of Pompei", in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Pompei, la Kacyra Family Foundation e il Consorzio Ferrara Ricerche (2003).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Rilievo e modellazione tridimensionale di parti dell’architettura monumentale d Sant’Andrea a Mantova: procedure e metodologie di rilievo avanzati", in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per Il Paesaggio della Provincia di Brescia e la Geogrà srl di Mantova (2003).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Rilievo e modellazione tridimensionale e prototipazione dell'Arco di Traiano a Benevento", in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Archeologici per le Province di Salerno, Avellino e Benevento e il Consorzio Ferrara Ricerche (2002-2004).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Rilievo diagnostico avanzato della facciata della Chiesa di San Carlo a Ferrara", realizzata per conto della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Ravenna e il Consorzio Ferrara Ricerche (2001/2002)

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Rilevamento tridimensionale dell’Hangar per dirigibili di Augusta (1909)", in collaborazione con la Novatech Consulting di Catania di Firenze e il Consorzio Ferrara Ricerche (2001/2002).

• E' responsabile scientifico per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Rilevamento plani-altimetrico dell'insula 12 della regione IX di Pompei finalizzato alla definizione di un modello metrico-morfologico del complesso archeologico", in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Pompei e il Consorzio Ferrara Ricerche (2000).

• Partecipa al Progetto di Ricerca Scientifica d’Ateneo dell’Università degli studi di Firenze dal titolo Strategie per la difesa dal degrado delle città dell’Italia centrale, Responsabile della Ricerca: Prof. Roberto Maestro (2000/2001)

• E’ responsabile scientifico, per la parte afferente al Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara dello studio “Rilievo e modellazione 3D degli ambiti dell’Università -La Sapienza- di Roma interessati dal procedimento penale in merito all’omicidio Marta Russo”, in diretto rapporto con le azioni richieste dalla Corte d’Assise di Roma in merito al procedimento penale per l’omicidio Marta Russo (2000).

• E' responsabile scientifico, per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, della ricerca dal titolo "Riqualificazione urbana e dei poli culturali. La nuova biblioteca di Dalmine ed il contesto urbano interessato: rilievo, individuazione ed elaborazione dei dati storico-ambientali, qualitativi, funzionali, tecnici e morfologici finalizzati alla scelta di collocazione e al recupero del tessuto connettivo pubblico", in collaborazione con il Comune di Dalmine (Bergamo) e il Consorzio Ferrara Ricerche (2000/2002).

• Responsabile scientifico, per il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, del “Censimento dei livelli di accessibilità e delle barriere architettoniche negli edifici e negli spazi pubblici della città di Lucca” in collaborazione con il Comune di Lucca e il Consorzio Ferrara Ricerche (1997/1998).

Ha partecipato e partecipa alle seguenti Ricerca di interesse locale ex- 60% dell’Università degli Studi di Ferarra:

• Partecipa al progetto di Ricerca di interesse locale (ex-60%) presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara dal titolo Strumenti e metodi integrati per l’analisi e il recupero del patrimonio architettonico ed urbano di interesse storico, Responsabile Prof. Claudio Alessandri (1999-2000-2001).

• Partecipa al progetto di Ricerca di interesse locale (ex-60%) presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara dal titolo Analisi integrata dei manufatti storici, Responsabile Prof. Claudio Alessandri (2002/2003 e 2004/2005).

• Partecipa al progetto di Ricerca di interesse locale (ex-60%) presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara dal titolo Metodi e strumenti tecnico-procedurali per gli interventi di riqualificazione, valorizzazione e riuso nel settore del turismo culturale del patrimonio edilizio rurale della provincia di Ferrara, Responsabile Prof. Roberto di Giulio (2005/2006).
ì
Ha partecipato e partecipa alle seguenti Ricerca MURST 40% e Ricerche PRIN:

• Fa parte, in qualità di ricercatore afferente al Dipartimento di Architettura di Ferrara, all’Unità di Ricerca che partecipa alla Ricerca Murst 40% del 1998 dal titolo "Il rilievo scientifico come strumento di conoscenza dell'architettura e della città" (Coordinatore Scientifico del Programma di Ricerca: Prof. Mario Docci; Responsabile Scientifico dell'Unità di Ricerca di Ferrara: Prof. Paolo Ceccarelli). La ricerca è indirizzata ad individuare le prime sperimentazioni metodologiche sul rilievo tridimensionale avanzato, (1998-2000).

• Fa parte, in qualità di ricercatore afferente al Dipartimento di Architettura di Ferrara, all’Unità di Ricerca che partecipa alla Ricerca PRIN del 2002 dal titolo "Metodologie innovative integrate per il rilevamento dell’architettura e dell’ambiente" (Coordinatore Scientifico del Programma di Ricerca: Prof. Mario Docci; Responsabile Scientifico dell'Unità di Ricerca di Ferrara: Prof. Claudio Alessandri). La ricerca è indirizzata ad individuare le tecniche di rilievo con laser scanner 3D per la conservazione (modellazione, nalisi colorimetrica e strutturale, (2002-2003).

• Fa parte, in qualità di ricercatore afferente al Dipartimento di Architettura di Ferrara, all’Unità di Ricerca che partecipa alla Ricerca PRIN del 2003 dal titolo "Integrazione del telerilevamento Laser tridimensionale e dell’interferometria a Microonde per il monitoraggio di fenomeni di instabilità e subsidenza del terreno e di deformazioni strutturali di opere architettoniche” (Coordinatore Scientifico del Programma di Ricerca: Prof. Antonio al Prà; Responsabile Scientifico dell'Unità di Ricerca di Ferrara: Prof. Claudio Alessandri). La ricerca è indirizzata ad individuare ad invidiare tecniche integrate di rilievo con laser scanner 3D e di analisi strutturale F.E.M per il monitoraggio da terra di fenomeni di instabilità geologica e di grandi opere strutturali ad alto rischio, (2003-2004).

• Fa parte, in qualità di Responsabile scientifico di Unità di Ricerca per il Dipartimento di Architettura di Ferrara, della Ricerca PRIN del 2004 dal titolo "Tecniche di rilievo con laser scanner 3D per la creazione di banche dati integrate per l’architettura e il paesaggio". Coordinatore Scientifico del Programma di Ricerca: Prof. Mario Docci. (2004-2005).

E’ responsabile di Assegni di Ricerca nel settore scientifico disciplinare ICAR 17 (art. 51 co.6 legge 449/97), presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara sulle seguenti tematiche:

• Metodologie innovative integrate per il rilevamento dell'architettura e dell’ambiente: utilizzazione dei laser scanners 3D (2003/2005)

• Metodologie di elaborazione ed integrazione dei dati di rilievo tridimensionale digitale con analisi di superficie volte alla ottimizzazione del processo di prototipazione solida (2004/2006)

• Sistemi tradizionali per il risanamento delle murature storiche: dallo studio integrato dei comportamenti materiali alla sperimentazione di malte macroporose per supporti murari variamente definiti (2004/2005)

• Metodologie di elaborazione ed integrazione dei dati storico-documentali e di rilievo tridimensionale digitale con analisi interpretative morfologiche e dimensionali sulle architetture di Leon Battista Alberti (2005/2006)

• Metodi e strumenti tecnico-procedurali per gli interventi di riqualificazione, valorizzazione e riuso nel settore del turismo culturale del patrimonio edilizio rurale della provincia di Ferrara (2005/2006)


RICERCA INTEGRATA

Dal novembre del 2003 è Responsabile, per il Centro Dipartimentale DIAPReM dell’Università di Ferrara, dello sviluppo di metodologie informatiche integrate, secondo un accordo di programma di collaborazione scientifica stilato con l’ISTI “Istituto di Scienza e Tecnologia dell’Informazione” del CNR di Pisa (Prof. Roberto Scopigno). La collaborazione interdisciplinare è volta a sviluppare sperimentazioni e sviluppo di studi, strumenti, metodologie per il rilievo tridimensionale, l’elaborazione, la gestione e la rappresentazione di dati 3D con particolare riferimento alla conoscenza, restauro, conservazione e promozione dei beni culturali.

Dall’ottobre 2000, in qualità di Responsabile del "Nub Lab" del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, partecipa al progetto di ricerca «Feasibility study of shape-memory pegs for the protection and restoration of mosaics and frescoes»; progetto finanziato dall’Institut für Verfahrenstechnik – Thermodynamik del Politecnico di Berlino realizzato in collaborazione con il CIRAM – Centro Italiano di Ricerca in Matematica Applicata dell’Università di Bologna.
Una campagna di sperimentazione con il laser scanner 3D riguardante l’utilizzo in campo conservativo di ancoraggi di nuova concezione realizzati con materiali a memoria di forma (shape memory alloys). In collaborazione con: Prof. Ingo Müller, direttore dell’Istituto di Termodinamica della Technische Universität Berlin, l’Arch. Nicola Santopuoli (Facoltà di Architettura, Università di Ferrara), il Prof. Leonardo Seccia (CIRAM, Università di Bologna).


ATTIVITÀ DIDATTICA non istituzionale

L’attività didattica non istituzionale si è sviluppata partecipando in qualità di docente e di coordinatore a numerosi seminari di formazione , master e corsi post-laurea. Tra questi si segnalano così suddivisi:

A - Rilievo strumentale avanzato per la diagnostica e la conservazione dei manufatti architettonici ed i siti archeologici:

• Scuola di Specializzazione in restauro dei monumenti – Università degli Studi Federico II, giornata di studi “Il rilevamento per il restauro architettonico ed archeologico”, Napoli 20 giugno 2005, presso il Laboratorio di Fotogrammetria architettonica della Chiesa Donnaregina; con una relazione su, “La catalogazione del patrimonio ecclesiastico dell’Arcidiocesi di Ferrara – Comacchio:il duomo di Ferrara”.
• 1° Conferenza Internazionale sul 3D sulla tecnologia laser scanner per la Documentazione dei beni culturali, promossa dal Departamento da Teoria e Pratica do Planejamento da Faculdade de Arquitetura da Universidade Federal da Bahia, 26 - 31 luglio 2004, è docente di formazione.
• Scuola di Specializzazione in restauro dei monumenti – Università degli Studi Federico II, giornata di studi “Rilevamento e indagini conoscitive per il restauro dei beni architettonici ed ambientali”, Napoli 22 giugno 2004, presso il Laboratorio di Fotogrammetria architettonica della Chiesa Donnaregina; con una relazione su “Esperienze di rilievo mediante tecnologie laser”.
• “IWREM 2003 – International Workshop on Restoration of Monuments”, 26 Maggio – 6 giugno 2003, presso la Facoltà di Architettura di Ferrara, (docente).
• Docente nel Modulo professionalizzante in Tecnico rilevatore per la documentazione dei beni architettonici ed ambientaliScuola di Specializzazione in Storia, Analisi e Valutazione dei Beni Architettonici e Ambientali, organizzato dalla Facoltà di Architettura di Firenze e dalla Regione Toscana, responsabile Prof. Marco Bini (a.a. 2002/2003);
• Membro del Comitato Scientifico, Direttore Responsabile del Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (FORTIS- IFTS rientranti nel piano regionale 2001/2002 della Regione Emilia-Romagna) per “Tecnico del rilievo architettonici con restituzione multimediale in rete”; corso di 1200 realizzato dal Dipartimento di Architettura, Polo scolastico - G. Carducci di Ferrara e dall’Istituto don Calabria - Città del Ragazzo – di Ferrara. Con attività di docenza sull’unità formativa di rilievo architettonico.
• Seminario Internazionale di Studi “Gli strumenti di conoscenze per il progetto di restauro”, relatore sul tema Progetto di rilevamento riguardante la morfologia, il colore e la caratterizzazione colorimetrica e spettrale dei materiali di una zona campione ed elementi architettonici del Colosseo a Roma al Palazzo Doria Pamphilj, Valmontone - Roma, 9/10/11 settembre 1999.
• Seminario di formazione: “Sistemi di acquisizione 3D con scanner laser, prodotti e applicazioni nell’ambito dei beni culturali” presso il Salone del Restauro 2001, VIII edizione, 29 marzo – 1 aprile 2001, Ferrara (docente).
• Scuola di Specializzazione in Storia, Analisi e Valutazione dei Beni Architettonici e Ambientali, Corso di Rilievo dell’architettura - Il Rilievo e la Diagnostica per il recupero dei Beni Architettonici del Prof. Marco Bini presso l’Università degli Studi di Firenze, con una relazione dal titolo Strumentazioni e metodologie avanzate per il rilievo: lo scanner 3D, 14 febbraio 2001 (docente).
• Master in gestione e comunicazione dei Beni Culturali – “Modulo Storico-Artistico" della Scuola Normale Superiore di Pisa con sede a Cortona. La lezione si sviluppa all'interno del corso in "Tecnologie informatiche per la storia dell'architettura" coordinato da G. Beltramini (Direttore del Centro Internazionale di Studi di Architettura A. Palladio di Vicenza) ed ha come titolo Il potenziale degli scanner laser radar in architettura e nella costruzione di modelli tridimensionali di edifici storici: casi di studio, 21 marzo 2000 (docente).
• Convegno "Frontiere del rilievo: dalla matita allo scanner 3D", coordinato dai Proff. M. Docci e R. Migliari, sul tema Il laser scanner 3D come strumento di rilievo, presso il Dipartimento di Rappresentazione e Rilievo, Università di Roma “La Sapienza”, 26 febbraio 2000 (docente).

B - Rilievo e lettura dei centri storici

• Seminario di formazione professionale post-laurea sull'Ecologia Umana, organizzato dall'Università degli Studi di Padova, coordinatori Prof. Paccagnella e Prof. Giordani, con una relazione dal titolo Il simbolo e la città, 12 ottobre 1996.
• E’ docente al corso di perfezionamento per tecnici degli enti locali Il progetto ed il controllo della qualità urbana attraverso la pianificazione di settore: accessibilità e comfort ambientale, colore, pavimentazione, illuminazione, arredo funzionale, insegne, C.I.S.E.L., Rimini, 24-26 maggio 1995.
• E’ docente al corso di aggiornamento professionale dell'ECIPAR di Cesena, "L'arredo urbano nelle città storiche", Centro Regionale Professionale di Cesena, novembre-dicembre 1994.
• E’ docente al corso di aggiornamento professionale del Collegio dei Geometri della Provincia di Forlì-Cesena, "Progetto centro storico - La costruzione della qualità urbana", 7-19-28 ottobre 1993.

C - Psicologia ambientale, Accessibilità urbana ed eliminazione delle barriere architettoniche sia nel campo dell’analisi e della progettazione urbana e sulla trasformazione della scena urbana, in cui sono state affinate metodologie di rilievo critico, valutazioni percettive e sensoriali per l’acquisizione di forme e modelli architettonici ed urbani

• Seminario di Aggiornamento per i tecnici della Provincia di Arezzo “Progettazione per l’utenza allargata”: è docente nel modulo “Comfort urbano”, lezione su “Attrezzature ed arredi urbani adatti ad un’utenza allargata”, dicembre 2005, organizzato dalla Provincia di Arezzo.
• E’ docente al Seminario di Aggiornamento per i tecnici comunali e tecnici ASL della Zona Pistoiese “Progettazione per l’utenza allargata” nel modulo “Comfort urbano”, lezione su “Attrezzature ed arredi urbani adatti ad un’utenza allargata”, gennaio-febbrao 2006, organizzato dal Comune di Pistoia e dalla Regione Toscana.
• E’ relatore al convegno “Oltre le barriere”, organizzato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Prefettura di Ferrara, Comune e Provincia di Ferrara con una relazione dal titolo “Accessibilità dello spazio architettonico per una progettazione inclusiva”, Ferrara, 24 gennaio 2006.
• 5° Corso di formazione “Accessibilità urbana: criteri per una migliore fribilità dei percorsi pedonali”, organizzato da Provincia e Comune di Reggio Emilia e Regione Emilia-Romagna con il “Centro IN formAZIONE Regionale”, Bologna, 30 novembre 2005: relazione dal titolo “Fruibilità e arredo urbano”.
• Il 23 ottobre partecipa in qualità di relatore al seminario nazionale La progettazione inclusiva ed universale, organizzato dalla Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, Università degli Studi di Ferrrara, Ferrara.
• E' docente al corso di Perfezionamento post-lauream "Progettare per tutti senza barriere architettoniche" col patrocinio di Università degli Studi "La Sapienza ", Roma - Facoltà di Architettura, Consiglio Nazionale degli architetti, ordine degli Architetti di Roma e Provincia, CENSIS, Istituto Nazionale di Architettura, Istituto Nazionale di Urbanistica, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ministero dei trasporti e delle politiche sociali, Presidenza Giunta Regionale Lazio, Comune di Roma, Assessorato Politiche Sociali e Promozione della Salute, diretto Arch. Fabrizio Vescovo, con argomenti rigurdanti Percorsi pedonali, arredo urbano e attrezzature tecnologiche, negli anni 1995, 1996, 1998, 1999, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004 (docente).
• Corso di Formazione per Tecnici degli Enti Locali Una città per tutte le età organizzato dal Comune di Prato; docente sul tema Accessibilità e spazio pubblico: linee per una progettazione integrata ed esecutiva dello spazio urbano e delle componentistiche funzionali, Prato, 26 gennaio 2004..
• Corso di Formazione per Tecnici degli Enti Locali e Liberi Professionisti "Persone reali e qualità degli habitat", organizzato da Irifor (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) dell’Unione Italiana Ciechi per il Comune di Firenze; con un’attività di docenza su I piani dell’accessibilità urbana, 29 aprile 2002.
• Corso di Specializzazione post-lauream "MASP Lucca – Master il progetto dello Spazio Pubblico", organizzato da Celsius (Società Lucchese per la Formazione e gli Studi Universitari); con un’attività di docenza su Accessibilità urbana e attrezzature accessibili, giugno 2001.
• Corso di Formazione per Tecnici degli Enti Locali "Progettazione per un’utenza allargata", organizzato da Irifor (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) dell’Unione Italiana Ciechi per il Comune di Firenze; con un’attività di docenza su: Comfort ambientale: Attrezzature urbane, Il rilievo delle condizioni di conflitto uomo-ambiente in ambito urbano: Piani dell’accessibilità urbana, dicembre 2001 (docente).
• Corso di perfezionamento - Percorsi sicuri casa-scuola, organizzato dal Comune di Ferrara - Progetto "Ci giochiamo la città" con una lezione dal titolo "Percorso metodologico - indagine urbanistica: il rilievo e l'analisi del Quartiere Giardino. Risultati dell'indagine, proposte didattiche e laboratoriali", ottobre 2000 (docente).
• Workshop "Strategie europee per realizzazioni locali - New Means to promote Pedestrian Traffic in Cities", organizzato da Dipartimento di Progettazione e Scienza dell'Architettura, Università di Roma Tre, Commissione Europea e Comune di Frascati, 16 giugno 2000 (docente).
• XVII° Corso di Perfezionamento post-Laurea in Ingegneria del Territorio a.a. 1997/98 presso l’Istituto di Architettura e Urbanistica dell’Università di Padova, è docente sul tema Un esempio di trasformazione del territorio e del paesaggio: il processo di sviluppo della costiera adriatica.
• Corso di Aggiornamento Il progetto di arredo urbano: la qualità di dettaglio degli spazi pubblici, III edizione, organizzato dalla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, con una relazione dal titolo Arredo e degrado urbano. Sistemi di controllo della scena urbana: piani di settore, regolamenti e processi autorizzativi, Milano, 30 novembre 1995.
• E’ docente al corso di perfezionamento per tecnici degli enti locali L'arredo urbano nei centri storici: strumenti e procedure di controllo, gestione e pianificazione, C.I.S.E.L., Rimini, 24-26 ottobre 1989.


NOMINE e ADESIONI ad ISTITUZIONI e CENTRI

• Membro dell’Unione Italiana per il Disegno
• Membro dell’Istituto Nazionale di Urbanistica
• Membro del “Comitato di Gestione” del MUSARC, primo Museo Nazionale di Architettura sul territorio italiano con sede a Ferrara nella Casa natale di Biagio Rossetti.
• Membro del Consiglio Direttivo del Centro per lo Sviluppo di Procedure Automatiche Integrate per il Restauro dei Monumenti - D.I.A.P.Re.M. (Development of Integrated Automatic Procedures for Restoration of Monuments) dell’Università degli Studi di Ferrara.
• Membro del Consiglio Direttivo del Centro di Telematica dell’Università degli Studi di Ferrara.
• Membro del Consiglio della Ricerca dell’Università degli Studi di Ferrara.