Curriculum

0. Generalità e competenze linguistiche

0.1. Generalità

Cognome e nome: Trapella Francesco

Luogo e data di nascita: Ferrara, 12 giugno 1984

Residenza: Rovigo

0.2. Competenze linguistiche

0.2.1. LINGUA INGLESE (Comprensione scritta: molto buono - Comprensione orale: buono - Produzione scritta: molto buono - Produzione orale: molto buono).

0.2.2. LINGUA FRANCESE (Comprensione scritta: ottimo - Comprensione orale: molto buono - Produzione scritta: molto buono - Produzione orale: ottimo).


1. Studi

Nell’anno scolastico 2002/2003 consegue il diploma di maturità classica presso il Liceo Ginnasio L. Ariosto di Ferrara con votazione pari a 100/100.

Nell’anno accademico 2005/2006, con discussione il 5 ottobre 2006, consegue la laurea triennale in Scienze Giuridiche presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Ferrara con una tesi dal titolo Il Tribunale Penale Internazionale: attualità e prospettive (Relatore: Chiar.mo Prof. Guido Casaroli; Correlatori: Chiar.mo Prof. Alessandro Bernardi; Chiar.mo Prof. Costanza Bernasconi) e con votazione pari a 110/110 e lode.

Nell'anno accademico 2006/2007 segue il corso Unione europea e diritto penale, tenuto dal Prof. John Vervaele (Università di Utrecht, Copernicus Visiting Scientist dell'Università di Ferrara) presso lo IUSS (Istituto Universitario Studi Superiori) Ferrara 1391.

Nell’anno accademico 2007/2008, con discussione il 3 luglio 2008, consegue la laurea specialistica in Giurisprudenza presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Ferrara con una tesi dal titolo La pena di morte tra diritto alla vita ed esigenze sanzionatorie (Relatore: Chiar.mo Prof. Guido Casaroli; Correlatori: Chiar.mo Prof. Cristiana Valentini; Chiar.mo Prof. Alessandro Bernardi) e con votazione pari a 110/110 e lode.

Nell’anno accademico 2009/2010 accede con borsa di studio al Dottorato in Diritto Pubblico (indirizzo penalistico) presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, laddove si impegna – sotto la guida del Prof. Adolfo Scalfati – in una ricerca pluriennale sul tema della collaborazione investigativa tra Stati, Unione europea, organizzazioni internazionali e Corte dell’Aja, che sarà poi oggetto della tesi dottorale.

Nell’anno accademico 2011/2012, con discussione il 19 luglio 2013, consegue il dottorato di ricerca in Diritto Pubblico (indirizzo penalistico) presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con una tesi dal titolo Indagini e cooperazione investigativa nei procedimenti dinnanzi alla Corte penale internazionale.

 

2. Attività accademica

Dall’anno accademico 2007/2008 collabora con le Cattedre di Diritto Processuale Penale II e Cooperazione Investigativa Internazionale (oggi Procedura Penale Internazionale) della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara (Prof. Cristiana Valentini).

Dal 4 febbraio 2009 è cultore in Diritto Processuale Penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara.

Negli anni accademici 2008/2009, 2009/2010, 2010/2011, 2012/2013 e 2013/2014 è Tutor Accademico di Diritto Processuale Penale II presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara (Sede di Rovigo). Nell’anno accademico 2010/2011 è anche Tutor Accademico di Cooperazione Investigativa Internazionale presso la medesima sede.

Dall’anno accademico 2011/2012 è cultore della materia presso la Cattedra di Procedura Penale (M-Z) della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma Tor Vergata (Prof. Adolfo Scalfati), partecipando alle commissioni d’esame e tenendo un regolare turno settimanale di ricevimento studenti e laureandi. In quest'ambito, negli a.a. 2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014, ha partecipato con cadenza semestrale alle commissioni degli esami di Procedura penale I e Procedura penale II (presiedute dal Prof. Adolfo Scalfati) presso il CdL triennale in Scienze Giuridiche della Sicurezza - Università degli Studi di Roma Tor Vergata, alla Scuola Marescialli e Brigadieri, sede di Velletri (Roma).

Il 22 maggio 2014 si qualifica primo al concorso per assegno di ricerca in Diritto Processuale Penale presso l’Università di Ferrara (tema: Fattispecie di femminicidio e processo penale – Responsabile: Prof. Cristiana Valentini). Prende servizio il 1° giugno 2014.

L'assegno di ricerca viene giudicato meritevole di rinnovo per gli a.a. 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018 e 2018/2019.

Nel secondo semestre dell’a.a. 2014/2015 tiene presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara (sede di Rovigo) il corso di Ricerca Giuridica, destinato a studenti del quinto anno e fuori corso del CdL Magistrale in Giurisprudenza e rivolto a fornire elementi essenziali per il reperimento di fonti normative, dottrina e giurisprudenza (in cartaceo e banche dati) in vista della tesi di laurea.

Per l’a.a. 2016/2017 è titolare di un contratto di insegnamento di supporto alla didattica per il corso di Procedura penale internazionale (modulo di 20 ore), opzionale nel S.S.D. IUS/16, attivato presso il CdL Magistrale in Giurisprudenza (sede di Rovigo). Il contratto viene rinnovato anche per l'a.a. 2017/2018, portando le ore di lezione da 20 a 40.

 

3. Partecipazione a convegni e incontri di studio (interventi, relazioni e segreterie organizzative)

3.1. Interventi, relazioni, comunicazioni

1. Il 27 marzo 2009 ha tenuto un intervento dal titolo Il pubblico ministero nella dialettica tra potere esecutivo e potere giudiziario al convegno Amicuscuriae 2009 – Il lodo ritrovato, tenutosi a Ferrara – Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza.

2. Il  4 maggio 2011 ha tenuto un intervento programmato dal titolo Alla ricerca di un comune parametro di umanità della pena all’incontro di studi Assistenza giudiziaria internazionale e pena di morte, tenutosi a Rovigo – Sede del Consorzio Università Rovigo (aula 2).

3. Il 5 ottobre 2011 ha partecipato all’iniziativa Una cella in piazza … a Ferrara (organizzata dalla Regione Emilia Romagna (Difensore civico) e dal Garante dei detenuti per Ferrara con la collaborazione dell’Università degli Studi di Ferrara e del Comune di Ferrara) con un intervento programmato dal titolo Uso e abuso della custodia cautelare: dal mito della toga all’emergenza carceraria.

4. Il 19 settembre 2013, con un intervento sul tema della collaborazione europea nella lotta al crimine endofamiliare, ha preso parte al dibattito conclusivo del Convegno Diritti dei bambini e diritti fondamentali. A confronto con il sistema di giustizia familiare tedesco, tenutosi a Milano - Sede del Parlamento europeo (Sala delle Conferenze dell'Ufficio Immigrazione).

5. Il 21 settembre 2013, nell’ambito della XXX Settimana Estense organizzata dalla Camera di Commercio di Ferrara, ha tenuto una relazione dal titolo L’amministrazione della giustizia al tempo degli Estensi.

6. Il 2 dicembre 2013, a Ferrara, ha tenuto una relazione nell’ambito della serata organizzata dal Lions Club Ferrara Host in tema di “femminicidio”, dal titolo L’occasione mancata: la recente novella sulla violenza di genere.

7. Il 24 marzo 2014, a Milano, ha tenuto una relazione dal titolo Ad un anno dalla Torreggiani: donne, immigrazione, sovraffollamento carcerario nell’ambito del Convegno Le donne e il carcere: la funzione riabilitativa dell’espiazione della pena rispetto alla personalità femminile. Recidiva e reinserimento sociale della donna, organizzato dall’Associazione Donne Giuriste Italia con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Milano.

8. Il 23 maggio 2014, a L'Aquila, ha partecipato all'iniziativa Un tema ancora nuovo: le indagini difensive, organizzata dalla Camera Penale Aquilana con un intervento in tema di investigazioni difensive all'estero.

9. L'11 luglio 2014, a Ferrara, nell'ambito delle manifestazioni di Arch'è Associazione Culturale Nereo Alfieri, ha tenuto una relazione dal titolo Educare e punire. Le spettacolari condanne per la congiura di Giulio d'Este.

10. Il 18 settembre 2015, a Rovigo, nell’ambito del ciclo di incontri Dialoghi di diritto penale e processo. Tra nuove regole e orientamenti processuali ha tenuto un intervento programmato dal titolo Il diritto alla prova nei processi per reati transnazionali.

11. Il 6 maggio 2016, a Lusia (Rovigo), quale delegato del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo, ha rivolto l'indirizzo di saluto all'iniziativa dal titolo Domicilio e legittima difesa.

12. Il 29 settembre 2016, a Bruxelles, Parlamento Europeo, nell'ambito dei lavori del Working group sul Chlidren Welfare ha tenuto una relazione dal titolo La definition d'ordre public européen comme paramètre d'utilisabilité de la preuve dans le procès pénal pour les crimes dans le milieu familial.

13. L'11 novembre 2016, presso l'Università degli Studi di Ljubljana (Pravna Fakulteta - Faculty of Law), ha tenuto una lectio magistralis dal titolo The cooperation between ICC and States Parties.

14. Il 26 novembre 2016 ha partecipato, in qualità di relatore, all'iniziativa organizzata dal Comune di Ficarolo (Rovigo) dal titolo Femminicidio e processo penale. A tre anni dalla legge sulla violenza di genere.

15. Il 24 marzo 2017 ha tenuto una relazione dal titolo Per una tutela uniforme dei diritti nell'Unione europea all'incontro di studi Buon compleanno Europa! 60 anni dai Trattati di Roma, tenutosi a Ficarolo (Rovigo), Villa Giglioli.

16. Il 31 marzo 2017 ha tenuto una relazione dal titolo Acquisizione della prova proveniente dal giudizio civile nel processo per reati familiari al convegno La tutela penale della persona nelle relazioni familiari organizzato da Università di Ferrara, AIAF Rovigo, Ordine degli Avvocati di Rovigo e tenutosi a Rovigo.

17. Il 27 aprile 2017, a Ferrara, ha tenuto, assieme all'Avv. Salvatore Tesoriero, una relazione al XIV Corso di Primo Livello per la Formazione all'esercizio della funzione difensiva penale e XIII Corso di Aggiornamento Avvocati (a.s. 2016/2017) (organizzato dalla Camera Penale di Ferrara) sul tema Il diritto penale europeo dopo il Trattato di Lisbona. Il mandato d'arresto europeo e l'Ordine europeo d'indagine. La relazione ha avuto ad oggetto i temi della comunitarizzazione del terzo pilastro e del mandato d'arresto europeo.

18. Il 5 maggio 2017, a Rovigo, ha partecipato al Convegno Vittime ... Un confronto tra due Nazioni, intervenendo alla tavola rotonda La testimonianza della vittima debole tra scelte di diritto interno, moniti eurounitari e modelli di giustizia penale internazionale, con un contributo sulle regole di valutazione del contributo proveniente dalla persona offesa nei processi davanti ai Tribunali ad hoc e alla Corte penale internazionale.

19. Il 29 giugno 2017 ha tenuto una relazione dal titolo Il reato di sottrazione di minore all'estero: difficoltà di diritto interno e questioni di cooperazione europea al Convegno Bambini rubati. Profili civili e penali della sottrazione internazionale di minori, organizzato da AIAF Vicenza e dall'Ordine degli Avvocati di Vicenza, e tenutosi a Vicenza.

20. Il 12 settembre 2017, a L'Aquila, ha tenuto una relazione all'incontro di studi sul tema Il contraddittorio sul carcere. Una fictio iuris anche nei casi più gravi, organizzato dalla Camera Penale de L'Aquila "Emidio Leopardi Jr.".

21. Il 10 ottobre 2017, a Schio (Vicenza), ha tenuto una relazione dal titolo La tutela giurisdizionale in materia di product liability (profili di diritto processuale penale), al corso di formazione aziendale in materia di product liability, organizzato presso la locale Zona Industriale.

22. Il 20 ottobre 2017, a Rovigo, nell'ambito dell'iniziativa Quale futuro per la giustizia penale? (organizzato dalla Cattedra di Diritto processuale penale dell'Università di Ferrara (sede di Rovigo), con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo e della Camera Penale Rodigina, sui temi della cd. Riforma Orlando - l. 103/2017) ha tenuto una relazione dal titolo Tra retorica e persuasione, ovvero la persona offesa ai tempi della riforma.

23. Il 18 novembre 2017, a Rovigo, ha tenuto un intervento programmato dal titolo La crisi della legalità nel procedimento di sorveglianza al Convegno Il giudice che a Berlino non c'è: il dissesto della legalità nel processo penale, organizzato dall'Università degli Studi di Ferrara con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo e del Comune di Rovigo.

24. Il 25 novembre 2017 ha partecipato all'iniziativa Uscire dal silenzio della violenza si può, organizzato dal Comune di Ospedaletto Euganeo (Padova), dalla Croce Rossa Italiana - Comitato Padova Sud, dal Centro Veneto Progetti Donna e dall'Ordine degli Avvocati di Rovigo, con un intervento dal titolo Femminicidio e la tutela legale e fisica delle vittime nel percorso della violenza.

25. L'1 dicembre 2017 ha preso parte al Primo corso biennale di deontologia e tecnica del penalista per la formazione e l'aggiornamento professionale in materia penale, organizzato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Lanciano (Chieti) e dalla Camera Penale di Lanciano (Chieti) con una relazione dal titolo Il processo penale nell'ordinamento giuridico dell'Unione Europea.

26. Il 15 dicembre 2017 presso l'Università degli Studi di Ljubljana (Pravna Fakulteta - Faculty of Law), ha tenuto una lectio magistralis dal titolo The victims' safeguard before the International Courts.

27. L'11 gennaio 2018 presso l'Università degli Studi di Rijeka (Pravni Fakultet - Faculty of Law), ha tenuto un seminario dal titolo Who is the Victim? The answers of Sociology and Law.

28. Il 18 gennaio 2018 presso l'Università degli Studi di Rijeka (Pravni Fakultet - Faculty of Law) ha tenuto un seminario dal titolo Domestic Violence, Family Crimes and Femicide. A particular kind of victimization.

29. Il 2 febbraio 2018 ha tenuto una lezione sul tema La responsabilità penale del minore al Corso di aggiornamento per docenti di scuola superiore organizzato da AIAF Rovigo al Polo Tecnico di Adria (Rovigo), sul tema del Cyberbullismo (l. 27 maggio 2017, n. 71).

30. Il 6 febbraio 2018, a Milano (Aula Magna del Tribunale), ha tenuto una relazione dal titolo La cooperazione giudiziaria dalla Convenzione europea di estradizione all'ordine di indagine europeo all'incontro di studi La cooperazione giudiziaria. Tutela della sovranità nazionale e esigenze di coordinamento tra sistemi, organizzato dalla Camera Penale di Milano G.D. Pisapia.

31. Il 13 aprile 2018, a Civitanova Marche, ha tenuto una relazione al Abusi e violenze nelle relazioni familiari: la tutela cautelare, i reati in materia familiare e acquisizione della prova proveniente dal giudizio civile nel processo per reati familiari, organizzato da AIAF Marche nell'ambito del ciclo di incontri Dialoghi eccellenti in diritto di famiglia.

32. Il 19 maggio 2018, a Rovigo, ha tenuto una relazione sul tema La probation nei Paesi europei e nel diritto dell'Unione europea alla Giornata di Studio Servizio sociale, misure alternative e messa alla prova nel sistema penale adulti organizzata dall'Associazione Nazionale Assistenti Sociali (sezione del Veneto).

33. Il 25 maggio 2018, a Rovigo, ha tenuto una relazione sul tema Mediazione ed esecuzione: uno strumento per la rieducazione del condannato? al Convegno internazionale La vittima nel 'nuovo mondo' della mediazione penale, organizzato dalla Cattedra di Diritto Processuale Penale (Università di Ferrara, sede di Rovigo), Ordine degli Avvocati di Rovigo, AIAF Veneto, Provincia di Rovigo e Consorzio Università Rovigo.

34. Il 28 giugno 2018, a Ferrara, nell'ambito delle attività della Scuola Forense Ferrarese tiene, su invito, una lezione sul tema La tutela della persona offesa nel sistema penale europeo (primo incontro).

35. Il 4 luglio 2018, a Ferrara, nell'ambito delle attività della Scuola Forense Ferrarese tiene, su invito, una lezione sul tema La tutela della persona offesa nel sistema penale europeo (secondo incontro).

36. Il 21 settembre 2018, a Roma, nell'ambito del IV corso biennale di alta formazione specialistica dell'avvocato penalista, organizzato dall'Unione Camere Penali Italiane, tiene, su invito, una relazione dal titolo La acquisizione dei documenti cartacei e digitali presso la P.A. ed i privati. Il ricorso al Giudice in caso di diniego.

37. Il 21 novembre 2018, a Ferrara partecipa all'incontro di studi sul tema La persona offesa e il responsabile civile nel processo penale, organizzato dalla Camera Penale Ferrarese "Franco Romani" con un contributo sul tema dei diritti della persona offesa.

38. Il 23 novembre 2018 partecipa ai lavori per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, organizzati dal Comune di Gavello (Rovigo) con una relazione dal titolo "La giusta comprensione di una cosa e l'incomprensione della stessa cosa non si escludono". Disorientamenti e contraddizioni nella tutela della vittima di violenza misogina.

39. Il 29 novembre 2018, a Rovigo, prende parte alla tavola rotonda Strategie di contrasto alla violenza di genere, organizzata dal Comitato Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo con il patrocinio e il supporto di AIAF, AIGA, Avvocati di Strada, Camera Penale Rodigina e CAEMM, con un intervento in tema di tutela della vittima debole nel processo penale per reati misogini, alla luce delle influenze europee e internazionali a protezione della persona offesa.

40. Il 3 dicembre 2018, a Padova, ha tenuto una relazione dal titolo Misure alternative alla detenzione e probation in Europa al convegno Il servizio sociale della giustizia e la comunità locale, fra domanda di sicurezza, inclusione sociale e giustizia riparativa, organizzato dall'Ordine degli Assistenti Sociali del Veneto, con il patrocinio di ANCI e del Comune di Padova, e accreditato dall'Ordine degli Avvocati di Padova.

41. Il 7 dicembre 2018, a Padova, ha partecipato al dibattito conclusivo dell'incontro Progetto "Stretta di mano". Politiche di Sicurezza e Giustizia Riparativa: connessioni e prospettive, organizzato dall'Ufficio interdistrettuale di esecuzione penale esterna (Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia), dal Centro di giustizia riparativa (Regione Autonoma Trentino Alto Adige/Sudtirol) e dal Coordinamento nazionale comunità di accoglienza, con un intervento in tema di mediazione penale nei procedimenti per reati di violenza misogina e nella messa alla prova per adulti.

42. Il 18 dicembre 2018, a Rovigo, cura l'introduzione dell'incontro dal titolo La prova del dolo, organizzato dalla Camera Penale Rodigina nell'ambito del Corso di formazione tecnica e deontologica dell'avvocato penalista. L'intervento verte sui rapporti tra prova del dolo, processo "indiziario" e ragionevole dubbio.

43. Il 18 gennaio 2019, a Milano (Università Statale), ha partecipato al Convegno annuale dell'Association Internationale de Droit Penal (Gruppo italiano - giovani penalisti) con una relazione dal titolo Linee guida e formule assolutorie tra oscillazioni giurisprudenziali e prerogative del danneggiato da errore medico.

44. L'1 marzo 2019, a Ferrara, ha partecipato ai lavori della Settimana della cultura classica, organizzata dal Liceo Ginnasio L. Ariosto, con una relazione dal titolo Antigone a processo.

45. Il 2 aprile 2019, a Rovigo, cura l'introduzione e il coordinamento dell'incontro La sanzione e le misure di sicurezza, organizzato dalla Camera Penale Rodigina nell'ambito del Corso di formazione tecnica e deontologica dell'avvocato penalista. L'intervento verte sulla prova della pericolosità sociale ai fini dell'applicazione di misure preventive e di sicurezza.

46. Il 23 aprile 2019, a Rovigo, ha partecipato alla tavola rotonda sul tema Violenza di genere, riti premiali e tutela della persona offesa. Dubbi di incostituzionalità e proposte, organizzata da AIAF Rovigo e da Camera Penale Rodigina, con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo. Il contributo verteva sulla corretta lettura dell'art. 48 della Convenzione di Istanbul alla luce della legge 77/2013 e del recepimento della direttiva 2012/29/UE, e sulla sua applicabilità alla mediazione penale.

47. Il 14 maggio 2019, a Mestre (Venezia), ha partecipato all'iniziativa Servizio sociale, formazione professionale e prospettive europee, organizzata dall'Associazione Nazionale Assistenti Sociali, con un contributo dal titolo La formazione in servizio sociale e il quadro legislativo italiano, vertente sul problema del (mancato) inserimento del diritto penale - sostanziale e, ancor di più, processuale - nei piani di studio dei corsi di laurea, triennali e magistrali, in Scienze del servizio sociale.

48. Il 24 maggio 2019, a Rovigo, ha partecipato al Convegno Il processo penale sui disastri, organizzato dalla Camera penale rodigina con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo e della Provincia di Rovigo, con una relazione dal titolo La protezione civile come soggetto del procedimento penale nei casi di disastro.

49. Il 20 giugno 2019, a Ferrara, ha tenuto, assieme all'Avv. Salvatore Tesoriero, una relazione al XVI Corso di Primo Livello per la Formazione all'esercizio della funzione difensiva penale e XIII Corso di Aggiornamento Avvocati (organizzato dalla Camera Penale di Ferrara) sul tema Il diritto penale europeo dopo il Trattato di Lisbona. Il mandato d'arresto europeo e l'Ordine europeo d'indagine. La relazione ha avuto ad oggetto i temi della comunitarizzazione del terzo pilastro e del mandato d'arresto europeo.

50. Il 4 luglio 2019, a Rijeka, alla Facoltà di Giurisprudenza (Pravni Fakultet - Faculty of Law), nell'ambito della Giornata di studio del Nord Adriatico - Temi giuridici di attualità, ha tenuto, su invito, una relazione dal titolo La tutela della vittima minorenne nel processo penale italiano: vulnerabilità, regole europee e prassi devianti (Zaštita maloljetne žrtve u talijanskom kaznenom postupku: ranjivost, europska pravila i devijantna praksa).

3.2. Segreterie organizzative

Ha gestito la segreteria organizzativa di alcuni convegni e incontri di studio:

1. Ferrara, 18-19 marzo 2011, Un processo penale possibile. Soluzioni immediate, senza riforme, organizzato da Università degli Studi di Ferrara - Facoltà di Giurisprudenza - Cattedra di Diritto Processuale Penale II, Ordine degli Avvocati di Ferrara e Fondazione Forense ferrarese. Preside: Prof. Avv. Gustavo Pansini; Relatori: Prof. Francesco Salerno; Prof. Giorgio Spangher; Cons. Giovanni Canzio; Prof. Paolo Ferrua; Prof. Avv. Adolfo Scalfati; Prof. Avv. Cristiana Valentini; Avv. Valerio Spigarelli; Prof. Guido Casaroli. Interventi programmati: Prof. Carla Pansini, Avv. Beniamino Migliucci, Prof. Donatella Curtotti Nappi, Avv. Franco Romani.

2. Rovigo, 7 aprile 2011, Le indagini sulla scena del crimine, organizzato da Università degli Studi di Ferrara – Facoltà di Giurisprudenza – Cattedra di Diritto Processuale Penale II e Ordine degli Avvocati di Rovigo. Relatori: Prof. Donatella Curtotti Nappi; Prof. Cristiana Valentini.

3. Rovigo, 8 maggio 2012, Esiste un diritto alla prova?, organizzato da Università degli Studi di Ferrara – Facoltà di Giurisprudenza – Cattedra di Diritto Processuale Penale II e Camera Penale Rodigina (con il patrocinio dell’Unione Camere Penali del Veneto). Relatori: Prof. Adolfo Scalfati; Prof.ssa Cristiana Valentini; Avv. Federico Vianelli.

4. Rovigo, 19 aprile 2013, Colpa professionale medica: l’utopia della certezza. La speranza di certezza del giurista e l’eterna ricerca da parte del medico, organizzato da Università degli Studi di Ferrara – Cattedra di Diritto Processuale Penale II e Camera Penale Rodigina (con il Patrocinio dell’Unione Camere Penali del Veneto, dell’Ordine degli Avvocati di Rovigo e dell’Ordine dei Medici della Provincia di Rovigo).

5. Ferrara, 20 maggio 2015, La riforma delle misure cautelari: un passo avanti verso il minor sacrificio necessario?, organizzato da Università degli Studi di Ferrara - Cattedra di Diritto Processuale Penale II. Relatori: Prof. Filippo Giunchedi; Cons. Luca Marini.

6. Rovigo, 26 febbraio 2016, Le investigazioni difensive, ovvero Perry Mason e il cliente povero, organizzato da Ordine degli Avvocati di Rovigo e Scuola Forense dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo. Relatore: Avv. Manuel Sarno.

7. Rovigo, 16 dicembre 2016, La formazione della prova e l'indagine difensiva, organizzato da Ordine degli Avvocati di Rovigo e Scuola Forense dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo. Relatore: Prof. Avv. Cristiana Valentini.

8. Rovigo, 20 gennaio 2017, Il ne bis in idem tra Italia ed Europa: un istituto dall'assetto mutevole, organizzato da Ordine degli Avvocati di Rovigo e Scuola Forense dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo. Relatore: Avv. Marcello Stellin.

9. Rovigo, 17-18 novembre 2017, Il giudice che a Berlino non c'è: il dissesto della legalità nel processo penale, organizzato da Università degli Studi di Ferrara - Cattedra di Diritto Processuale Penale (sede di Rovigo) con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo e del Comune di Rovigo (Relatori: Prof. Giorgio Spangher; Prof. Antonella Marandola; Prof. Carla Pansini; Prof. Teresa Bene; Prof. Adolfo Scalfati; Prof. Giulio Garuti; Prof. Alessandro Bernasconi; Prof. Nicola Triggiani; Prof. Cristiana Valentini. Interventori: Avv. Marco Casellato; Avv. Francesco Trapella; Avv. Marcello Stellin).

3.3. Ideazione e organizzazione di convegni e incontri di studio

Ha ideato e organizzato i seguenti convegni e incontri di studio, gestendone il coordinamento scientifico:

1. Ficarolo (Rovigo), 24 marzo 2017, Buon Compleanno, Europa! 60 anni dai Trattati di Roma, in collaborazione con il Comune di Ficarolo (Rovigo) e con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo.

2. Rovigo, 31 marzo 2017, La tutela penale della persona nelle relazioni familiari, con AIAF Rovigo, Cattedra di Diritto processuale penale (Università di Ferrara - sede di Rovigo) e con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo.

3. Rovigo, 5 maggio 2017, Vittime ... Un confronto tra due Nazioni (attività svolta nell'ambito dei corsi di Diritto processuale penale e Procedura penale internazionale - Prof. Cristiana Valentini - e del supporto alla didattica di Procedura penale internazionale - Dott. Francesco Trapella - e rivolta ad ospitare le relazioni del Prof. Matjaz Ambroz dell'Università di Lubiana e del Prof. Mitja Gialuz dell'Università di Trieste in materia di vittima da reato).

4. Rovigo, 20 ottobre 2017, Quale futuro per la giustizia penale?, con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo e della Camera Penale Rodigina.

5. Rovigo, 25 maggio 2018, La vittima nel 'nuovo mondo' della mediazione penale. Profili di un'assenza, con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo, della Provincia di Rovigo, del Consorzio Università Rovigo e di AIAF Rovigo e con la Cattedra di Diritto Processuale Penale (Università di Ferrara - sede di Rovigo).

6. Rovigo, 29 novembre 2018 (assieme al Comitato Pari Opportunità - Ordine degli Avvocati di Rovigo), tavola rotonda Strategie di contrasto alla violenza di genere. Ordinamenti a confronto, con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo, dell'Unione Triveneta dei Consigli degli Ordini degli Avvocati.

7. Rovigo, 23 aprile 2019, Violenza di genere, riti premiali e tutela della persona offesa. Dubbi di incostituzionalità e proposte, con Camera Penale Rodigina e AIAF Rovigo, e con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo.

8. Rovigo, 24 maggio 2019, Il processo penale sui disastri, organizzato dalla Scuola territoriale della Camera Penale Rodigina, con il patrocinio dell'Unione Camere Penali Italiane, dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo e della Provincia di Rovigo.

 

4. Attività professionale

Dal 9 settembre 2008 è iscritto al registro dei praticanti dell’Ordine degli Avvocati di Ferrara. Dal 6 ottobre 2009 è abilitato al patrocinio; presta giuramento in data 27 ottobre 2009.

Il 19 aprile 2012, alla prima sessione utile (sessione 2010), sostiene con esito positivo la prova orale per l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di avvocato.

Dal 6 giugno 2012 è iscritto all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Rovigo. Presta giuramento il 21 giugno 2012.

Il 31 agosto 2015 sottoscrive con l'Università degli Studi di Ferrara una convenzione per "ospitare" presso il proprio Studio Legale studenti interessati al tirocinio ante lauream in materie penali, nell'ottica di favorire la continuità tra preparazione teorica e primo approccio pratico al diritto processuale penale, interno e internazionale. Nell'ambito di questo progetto, nell'a.a. 2015/2016 è Tutor Aziendale di un tirocinante, iscritto all'ultimo anno del CdL Magistrale in Giurisprudenza (sede di Rovigo).

Dal 2016 è Presidente dell'O.d.V. ex art. 6, comma 1, lett. b), d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231 di Performare, Società accreditata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali per la ricerca e la selezione, con sede a Vicenza.

Dal 2018, rappresenta l'AIAF (sezione di Rovigo) nel Comitato Inter-Associazioni comprendente le rappresentanze rodigine della associazioni forensi e il Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo.

Dal 2018 fa parte del Comitato Scientifico della Scuola territoriale istituita dalla Camera Penale Rodigina.


 

5. Attività didattica presso la Scuola Forense dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo

Ha tenuto le seguenti lezioni alla Scuola Forense dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo:

Il 6 luglio 2012, sul tema Le impugnazioni del pubblico ministero e delle parti private.

Il 16 maggio 2014, sul tema L’appello dell’imputato contumace in primo grado.

Il 4 luglio 2014, sul tema Profili teorici e pratici delle impugnazioni de libertate.

Il 29 maggio 2015, sul tema Guida in stato di ebbrezza. Profili di diritto sostanziale e processuale.

Il 29 gennaio 2016, sul tema Il riconoscimento del vincolo di continuazione in fase esecutiva.

Il 14 ottobre 2016, sul tema Il riesame tra novità legislative e giurisprudenza creativa.

Il 28 ottobre 2016, sul tema Il procedimento probatorio. Teoria e prassi.

Il 18 novembre 2016, sul tema L'atto di appello. Questioni teoriche e profili pratici.

Il 20 luglio 2018, sul tema La limitazione della libertà personale nel passaggio dalla fase cautelare all'esecuzione.

Il 5 ottobre 2018, sul tema I poteri del giudice nell'ammissione e nell'acquisizione della prova dichiarativa.

L'8 febbraio 2019 (con il Dott. Raffaele Belvederi), sul tema L'acquisizione della prova dichiarativa in dibattimento.

Dal 2015 è membro del Comitato Scientifico della Scuola Forense dell’Ordine degli Avvocati di Rovigo (settore: diritto e procedura penale).

Nell'anno scolastico 2016 è stato delegato dalla Direzione della predetta Scuola Forense per lo svolgimento delle prove conclusive del modulo di diritto e procedura penale, tenutesi il 23 aprile 2016. Ugualmente, per l'anno 2017 (data delle prove: 27 gennaio 2017) e per il 2019 (data delle prove: 29 marzo 2019).

 

6. Altre collaborazioni

Dal 2011 collabora alla redazione degli Scenari on-line della rivista Processo penale e giustizia diretta dal Prof. Adolfo Scalfati, Sezione Corti europee, coordinata dalla Prof. Cristiana Valentini.

Nel 2014 ha collaborato alla stesura del Protocollo rodigino sulla sospensione del procedimento con messa alla prova per maggiorenni, siglato da Camera Penale di Rovigo, UEPE di Padova e Rovigo, Tribunale di Rovigo e Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rovigo. L'esito delle ricerche funzionali al progetto è confluito in un lavoro, pubblicato nel 2015 sulla rivista Cassazione penale.

Nell'aprile 2015 redige un parere pro veritate sul d.d.l. C1440 (e altri abbinati) - XVII Legislatura ("Ratifica ed esecuzione della Convenzione relativa all'assistenza giudiziaria in materia penale tra gli Stati membri dell'Unione europea, fatta a Bruxelles il 29 maggio 2000, e delega al Governo per la sua attuazione. Delega al Governo per la riforma del libro XI del codice di procedura penale. Modifiche alle disposizioni in materia di estradizione per l'estero: termine per la consegna e durata massima delle misure coercitive"), destinato alla discussione alla Camera dei Deputati.

Dal 2015 collabora, quale consulente, con il Working Group sulla sottrazione internazionale di minori, coordinato dall’Europarlamentare Eleonora Evi, presso la Commissione Petizioni al Parlamento Europeo.

Dal 2016 è iscritto all'Association internationale de Droit Pénal - Gruppo Italiano, tra i Giovani penalisti (iscritti di età inferiore a 35 anni).

Dal 2017 è iscritto all'AIAF (Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minori), sezione di Rovigo.

Nel maggio 2018 è docente al Corso di preparazione organizzato da ASS.N.A.S. Veneto per il Concorso pubblico, per esami, a 250 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Funzionario della professionalità di servizio sociale, III Area funzionale, fascia retributiva F1, nei ruoli del personale del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità, bandito con provvedimento del Ministero della giustizia, Dipartimento per la giustizia minorile di comunità del 14 marzo 2018. Tiene 8 ore di lezione (Elementi di diritto e processo penale ordinario, probation, sottrazione internazionale di minori).

Dal 2018 è iscritto all'UCPI (Unione Camere Penali Italiane), nella Camera Penale Rodigina.

Nel 2018 e nel 2019, con AIAF Rovigo, partecipa ad iniziative finalizzate a diffondere l'educazione alla legalità in alcune scuole medie (inferiori e superiori) della Provincia di Rovigo (Polo Tecnico di Adria, IIS Viola Marchesini di Rovigo, Scuola Media Parenzo di Rovigo). Cyberbullismo, giustizia penale minorile, social e processo penale, simulazioni di giudizi penali dinanzi alle giurisdizioni per i minorenni sono le principali tra le tematiche affrontate.

 

7. Partecipazione a progetti di ricerca

Nel 2017 partecipa ad una ricerca congiunta tra Ministero della Giustizia e AIAF per la raccolta di dati, da Procure, Tribunali e Questure circondariali, sull'applicazione delle misure di prevenzione per reati di violenza di genere, in ossequio al principio espresso dagli artt. 10 e 11 della Convenzione di Istanbul e ad implementazione della Carta delle libertà e dei diritti delle donne maltrattate.

Nel 2017 partecipa ad un gruppo di ricerca sulle disfunzioni del processo penale per reati familiari. La ricerca, coordinata dal gruppo AIAF Veneto, coinvolge, per la parte processualpenalistica la Cattedra di Diritto processuale penale dell'Università di Ferrara (Prof.ssa Valentini) e Professionisti del Foro di Rovigo e di quello di Siena.

Dal 2018 partecipa al progetto Stretta di mano, promosso dall'Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per il Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Province autonome di Trento e Bolzano, e finalizzato all'approfondimento di nozioni e strategie di mediazione penale: in quest'ambito è delegato della Camera Penale Rodigina e dell'Ordine degli Avvocati di Rovigo.

 

8. Attività internazionale

Partecipa in qualità di esperto al meeting del working group in materia di Children welfare alla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo (Bruxelles, 29 settembre 2016). Il tema del contributo offerto al tavolo di lavoro concerne la cooperazione europea contro i reati endofamiliari. Sempre nell'àmbito di questa attività, il 7 ottobre 2016 viene sentito in un'intervista organizzata dai membri italiani del working group: il contributo offerto riguarda sempre ordine pubblico europeo e rapporti tra istituzioni dei Paesi membri nella tutela - anche, e soprattutto penale - della famiglia.

Nell'a.a. 2016/2017 è assegnatario di un contributo di mobilità nell'ambito del programma Erasmus+ STA: è, quindi, Erasmus Professor presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Lubiana (Slovenia), programmando 8 ore di lezione nel corso di Mednarodno kazensko pravo (International Criminal Law) del Prof. Matjaz Ambroz, su temi attinenti la cooperazione tra Stati, Unione europea e Corte penale internazionale. Il periodo di mobilità si è svolto tra il 7 e l'11 novembre 2016 e le 8 ore di lezione si sono concentrate sui seguenti temi: relations between the ICC and the States (Parties and not-Parties); the general obligation of cooperation; the current problems of the ICC.

Nel periodo aprile-maggio 2017 frequenta la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Lubiana (Slovenia) per un periodo di ricerca sul tema del ginocidio - ossia dei crimini di violenza sessuale occorsi durante la guerra balcanica - nelle sentenze del tribunale per la ex Jugoslavia.

Il 15 dicembre 2017, su invito, torna alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Lubiana (Slovenia) e tiene un seminario sul tema The victims' safeguard before the International Courts nell'ambito del corso di Mednarodno kazensko pravo (International Criminal Law) del Prof. Matjaz Ambroz. In esso è presentata la ricerca sul ginocidio, svolta nei precedenti soggiorni sloveni, già esposta a Rovigo al Convegno Vittime... Un confronto tra due Nazioni (5 maggio 2017) e pubblicata su Cassazione penale (Italia) e sulla Sarajevo Law Review (Bosnia).

Nell'a.a. 2017/2018 è assegnatario di un contributo di mobilità nell'ambito del programma Erasmus+ STA: è, quindi, Erasmus Professor presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Rijeka (Croazia), programmando 10 ore di lezione nel corso di Criminal Law della Prof.ssa Marissabell Skoric, su temi attinenti la tutela della vittima da reato nel diritto italiano, nel diritto europeo e nel diritto internazionale. Il periodo di mobilità si è svolto dall'11 al 18 gennaio 2018 e le 10 ore di lezione si sono concentrate sui seguenti temi: Who is the Victim? The answers of Sociology and Law; The victims' rights under EU Law; The Victims of Family Crimes; Criminal Mediation; A particular case: the crime of International Child Abduction.

Nel 2019 è invitato alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Rijeka (Croazia) alla Giornata di studio del Nord Adriatico - Temi giuridici di attualità. Lì tiene una relazione sul tema La tutela della vittima minorenne nel processo penale italiano: vulnerabilità, regole europee e prassi devianti (Zaštita maloljetne žrtve u talijanskom kaznenom postupku: ranjivost, europska pravila i devijantna praksa).

 

9. Premi, menzioni, riconoscimenti

Premio "Lora Biga" - 2018 (Soroptimist International, Club di Venezia; Camera penale veneziana) per note di commento a sentenze pronunciate dalle autorità giudiziarie del distretto della corte d'appello di Venezia, relative al tema della violenza di genere. Giudizio della commissione: "tecnicamente corretto ed efficace, affronta il tema attraverso una accurata disamina delle fonti sovranazionali, normative e giurisprudenziali. Evidenzia in maniera originale i potenziali contrasti tra la normativa della Convenzione di Istanbul e la previsione di riti alternativi e premiali che escludano ogni possibile interlocuzione della persona offesa. Padroneggia la materia con spunti originali e innovativi, e ragionamento limpido". Alla base del lavoro si poneva lo studio sulla compatibilità tra la Convenzione di Istanbul e la scelta di riti premiali nei procedimenti per reati violenti (ricerca condotta anche con la partecipazione di Giorgio Crepaldi e Marco Bastianello).