Insegna Storia dell’Arte dei Paesi Europei all’Università di Ferrara,impegnata anche nell’area Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Culturale del TekneHub,fa parte del Comitato scientifico dell’Istituto di Studi Rinascimentali.Si dedica da anni allo studio del collezionismo italiano dal Rinascimento all’Ottocento. Ha pubblicato un volume sulla collezione Mattei (con L. Testa, 1994) e vari articoli sulle vicende della sua dispersione, contribuendo al ritrovamento del dipinto di Caravaggio La cattura di Cristo (Dublino). Ha ricostruito la formazione e l’assetto della Galleria Doria Pamphilj di Roma, sulla base di ricerche d’archivio utilizzate per il riallestimento della raccolta nel 1996.Studia la presenza di artisti stranieri in Italia, in particolare dei pittori caravaggeschi, fiamminghi, dell’austriaco Daniel Seiter. Ha scritto vari saggi e curato un convegno internazionale sulla nascita della pittura di paesaggio, pubblicando nel 2006 la monografia Paul Bril e la pittura di paesaggio a Roma, 1580-1630. Dal 2007 è direttrice scientifica della Fondazione Ermitage Italia.Dal 2009 collabora con il GRI(Getty Research Institute) di Los Angeles.Fra i suoi ultimi libri, Caravaggio. Un ritratto somigliante, Electa, Milano 2009 e Una storia silenziosa. Collezioni private a Ferrara nel Seicento, Marsilio, Venezia 2012. All’Estero ha curato la mostra Nature et Idéal. Le paysage à Rome 1600-1650, Parigi, Grand Palais- Madrid, Prado, 2011. Nel 2014 è vice Presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali presso il MiBACT. Nel 2014 ha curato, con Annick Lemoine, la mostra Bassifondi del Barocco (Roma, Accademia di Francia-Villa Medici e Parigi, Petit Palais) e ha pubblicato un volume sul palazzo e la Galleria Pallavicini.Nel 2015 ha fatto parte della commissione istituita dal Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, per l'apertura al pubblico del palazzo del Quirinale.Ha partecipato organizzando sessioni e panels, approvati con peer review, a RS...