Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Scienza delle costruzioni

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Lo scopo del corso di Scienza delle Costruzioni e di fornire agli studenti del corso di laurea in Ingegneria Civile i fondamenti della statica e della cinematica dei solidi deformabili e delle strutture. In particolare si trattano strutture composte da travi e sistemi di travi e si intende fornire allo studente i mezzi per la verifica di esse; assegnati i carichi e la geometria lo studente deve essere in grado, per strutture semplici ma con un preciso significato tecnico, di tracciare i diagrammi delle sollecitazioni e valutare lo spostamento in una sezione assegnata e lo stato di tensione in un punto generico nell'ipotesi che esse si comportino in modo elastico lineare. Si intende pertanto fornire gli elementi indispensabili al progetto ed alla verifica delle strutture reali svolto nel successivo corso di Tecnica delle Costruzioni.
Prerequisiti: Per essere in grado di frequentare con profitto il corso e sostenere gli esami lo studente deve aver recepito i contenuti dei corsi di Analisi Matematica I e II, Geometria, Fisica I e Meccanica Razionale.
Contenuti: I principali argomenti trattati sono:
-La soluzione delle strutture composte da travi isostatiche
-La soluzione di strutture iperstatiche sia con il metodo delle forze che degli spostamenti
-L'analisi della tensione, della deformazione e le equazioni costitutive dei mezzi continui elastico-lineari
-IL problema del de Saint Venant
-I criteri di resistenza dei materiali
-La stabilita dell'equilibrio delle travi
Riferimenti bibliografici/Testi: Esiste un libro di testo " Scienza delle Costruzioni" L. Nunziante, L. Gambarotta, A. Tralli , McGraw-Hill , 3? edizione 2011. Esercizi e compiti di esame risolti sono resi inoltre accessibili, in grande quantita, in rete
Modalita' Didattica:
Il corso consiste di lezioni ed esercitazioni in aula che possono richiedere il coinvolgimento dello studente. E' prevista anche attivita di tutoraggio.
Tipo di Esame:
L'esame consiste di una prova scritta ( che puo essere effettuata in itinere) e di un esame orale
Crediti Formativi:
12
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2014
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

Laboratorio di progettazione strutturale assistita

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Lo scopo del corso di " Laboratorio di Progettazione strutturale assistita"e di fornire agli studenti del corso di laurea in Ingegneria Civile gli strumenti concettuale e operativi per il calcolo automatico di strutture civili. Si e scelto di dedicare il corso in particolare alle strutture da ponte e vengono illustrati sia i criteri di dimensionamento che di modellazione FEM dei principali elementi costruttivi: soletta, pile, spalle , organi di appoggio e strutture di fondazione. Oltre ad i ponti a graticcio vengono anche brevemente trattati i ponti strallati e i ponti ad arco. Viene inoltre trattata l'analisi dei ponti in zona sismica.
Prerequisiti: Per essere in grado di frequentare con profitto il corso e sostenere gli esami lo studente deve conoscere i contenuti dei corsi di Tecnica delle Costruzioni e di Geotecnica
Contenuti: I principali argomenti trattati sono:
-Utilizzo di programmi agli elementi finiti.
-Le condizioni di carico e le linee di influenza
-La modellazione dei piu importanti elementi strutturali: impalcato, pile, spalle , strutture di fondazione.
-Le principali tipologie di ponte ; a travata o graticcio, ad arco e strallati.
Riferimenti bibliografici/Testi: " Progettazione e Costruzione di Ponti" M.P. Pietrangeli Casa Editrice Ambrosiana 4 ed.2001. Sono inoltre disponibili in rete appunti, materiale didattico e esempi di relazioni di calcolo.
Modalita' Didattica:
Il corso consiste di lezioni ed esercitazioni in aula che possono richiedere il coinvolgimento dello studente.
Tipo di Esame:
L'esame consiste nella redazione di una relazione di calcolo e di una prova orale
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2014
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
INGEGNERIA CIVILE

Progettazione strutturale assistita

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Lo scopo del corso di " Laboratorio di Progettazione strutturale assistita"e di fornire agli studenti del corso di laurea in Ingegneria Civile gli strumenti concettuale e operativi per il calcolo automatico di strutture civili. Si e scelto di dedicare il corso in particolare alle strutture da ponte e vengono illustrati sia i criteri di dimensionamento che di modellazione FEM dei principali elementi costruttivi: soletta, pile, spalle , organi di appoggio e strutture di fondazione. Oltre ad i ponti a graticcio vengono anche brevemente trattati i ponti strallati e i ponti ad arco. Viene inoltre trattata l'analisi dei ponti in zona sismica.
Prerequisiti: Per essere in grado di frequentare con profitto il corso e sostenere gli esami lo studente deve conoscere i contenuti dei corsi di Tecnica delle Costruzioni e di Geotecnica
Contenuti: I principali argomenti trattati sono:
-Utilizzo di programmi agli elementi finiti.
-Le condizioni di carico e le linee di influenza
-La modellazione dei piu importanti elementi strutturali: impalcato, pile, spalle , strutture di fondazione.
-Le principali tipologie di ponte ; a travata o graticcio, ad arco e strallati.
Riferimenti bibliografici/Testi: " Progettazione e Costruzione di Ponti" M.P. Pietrangeli Casa Editrice Ambrosiana 4 ed.2001. Sono inoltre disponibili in rete appunti, materiale didattico e esempi di relazioni di calcolo.
Modalita' Didattica:
Il corso consiste di lezioni ed esercitazioni in aula che possono richiedere il coinvolgimento dello studente.
Tipo di Esame:
L'esame consiste nella redazione di una relazione di calcolo e di una prova orale
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2013
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
INGEGNERIA CIVILE

Laboratorio di progettazione strutturale assistita

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Il corso si propone di mettere in grado gli studenti di affrontare autonomamente la modellazione e la progettazione strutturale di strutture civili complesse.
Al fine di dare concretezza all'insegnamento, ci si riferira alla modellazione di una sola tipologia strutturale: i ponti.
Prerequisiti: I contenuti principali di tutti corsi precedenti di area strutturale essendo il corso un laboratorio di sintesi.
Contenuti: Parte Prima - Modelli agli elementi finiti e codici di calcolo
Modelli agli elementi finiti per i diversi problemi strutturali
Struttura dei codici di calcolo
Richiami sulla soluzione di problemi di grande dimensione: equazioni lineari, problemi agli autovalori procedure per la soluzione incrementale di problemi non lineari

Parte Seconda - I Ponti
Le diverse tipologie di Ponti.
Le condizioni di carico e la normativa.
Modellazione dell'impalcato e delle travi
Modellazione delle pile e delle spalle
I ponti ad arco
I ponti strallati
Riferimenti bibliografici/Testi: M.P. Pietrangeli: " Progettazione e costruzione di ponti", Masson 1993
M.A. Crisfield, "Non-linear Finite Element Analysis of Solids and Structures",
J. Wiley & Sons, 1991;
K.J. Bathe, "Finite Element Procedures", Prentice Hall, 1996.
Appunti delle lezioni
Modalita' Didattica:
Lezioni teoriche/esercitazioni.
Tipo di Esame:
Esame scritto/orale.
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2010
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
http://www.ing.unife.it/civilespec/2-ingciv-laboratorio-di-progettaz-struttur-assistita
Corsi di laurea:
INGEGNERIA CIVILE

Analisi non lineare delle strutture

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi:
Prerequisiti:
Contenuti:
Riferimenti bibliografici/Testi:
Modalita' Didattica:
Tipo di Esame:
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2010
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:

Scienza delle costruzioni ii

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Il corso si propone di fornire gli elementi fondamentali del calcolo strutturale con particolare riferimento all'analisi di modelli strutturali in campo elastico lineare.
Ci si propone di porre l'allievo in grado di impostare e valutare correttamente il grado di sicurezza (nel senso del calcolo elastico) di strutture semplici comunque vincolate e caricate al fine di seguire con profitto il successivo corso di Tecnica delle Costruzioni.
In particolare ci si propone di fornire gli strumenti per la risoluzione di sistemi iperstatici e lo studio della stabilita dell'equilibrio. Infine, ai fini della verifica di sicurezza, ci si propone di fornire all'allievo i metodi per lo studio dello stato di sollecitazione della trave.

Prerequisiti: i contenuti principali dei corsi di Scienza delle Costruzioni I, Analisi I e II, Geometria, Fisica I e Meccanica Razionale.
Contenuti: Parte Prima - I MODELLI STRUTTURALI

La risoluzione delle strutture iperstatiche
Metodo delle forze
Metodo degli spostamenti
Calcolo di spostamenti nelle strutture iperstatiche
La sicurezza delle strutture nei riguardi dei fenomeni di instabilita per sistemi a numero finito di gradi di liberta e per travi

Parte Seconda - ELEMENTI DI MECCANICA DEI CONTINUI APPLICATA ALLE
COSTRUZIONI

Comportamento elastico lineare dei materiali
Problema dell'equilibrio elastico e relative formulazioni variazionali
Criteri di resistenza dei materiali

Parte Terza - PROBLEMA DEL DE ST. VENANT

Formulazione generale e postulato del de St. Venant
Le verifiche di sicurezza per i 4 casi fondamentali di sollecitazione semplice
Le verifiche di sicurezza per i diversi casi di sollecitazione composta

Riferimenti bibliografici/Testi: Gambarotta L., Nunziante L., Tralli A., - Scienza delle Costruzioni - McGraw-Hill - 2003
Belluzzi O. - Scienza delle costruzioni - Zanichelli - 1989
Capurso M. - Lezioni di scienza delle costruzioni - Pitagora - 1971
Baldacci - Scienza delle costruzioni - UTET - 1970
Sollazzo, Marzano - Scienza delle costruzioni (Vol. 2) - UTET - 1988
Viola - Esercizi di scienza delle costruzioni (Vol. 1, 2) - Pitagora - 1985
Bigoni, Di Tommaso, Gei, Laudiero, Zaccaria - Geometria delle masse - Progetto
Leonardo Bologna - 1995
Modalita' Didattica:
Lezioni teoriche/esercitazioni.
Tipo di Esame:
Esame scritto/orale.
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2009
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

Analisi non lineare delle strutture

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Obiettivi: comprendere il comportamento delle strutture al di la dei carichi di esercizio; in particolare divenire familiari con le verifiche allo stato limite ultimo di collasso plastico e di perdita dell'equilibrio per instabilita. Con riferimento principalmente a strutture metalliche essere in grado di valutare, sia manualmente che con l'utilizzo di programmi di calcolo, i moltiplicatori di collasso di strutture intelaiate bidimensionali ed inoltre essere in grado di valutare i carichi critici Euleriani di travi e strutture intelaiate.
Prerequisiti: Le conoscenze acquisite nei corsi di Scienza delle Costruzioni e di Tecnica delle Costruzioni durante la laurea triennale ed ulteriori conoscenze di Matematica.
Contenuti: Comportamento dei materiali elastoplastici. Teoria della plasticita e leggi di flusso associate. Il postulato della dissipazione massima e i materiali elastoplastici standard. Ipotesi di comportamento rigido plastico. Il teorema statico ed il teorema cinematico dell'analisi limite. Il modello di cerniera plastica e la determinazione del moltiplicatore di collasso per i sistemi di trave. Analisi limite di problemi in stato piano di tensione e di deformazione. Richiami della teoria della stabilita dell'equilibrio elastico. Il metodo energetico per la determinazione del carico critico. Instabilita flesso torsionale. Problemi euleriani e non. Instabilita di lastre caricate nel proprio piano. Modelli numerici agli elementi finiti. Cenni ai fenomeni di interazione fra plasticita e stabilita dell'equilibrio: formula di Rankine-Merchant.
Riferimenti bibliografici/Testi: L. Corradi dell'Acqua: "Meccanica delle strutture vol III: La valutazione della capacita portante" MC-GRAW HILL 1994 L. GAMBAROTTA, L. NUNZIANTE, A. TRALLI "SCIENZA delle COSTRUZIONI" McGraw-Hill 2003. M. CAPURSO, F. LAUDIERO, A. TRALLI " ANALISI LIMITE delle STRUTTURE" in MANUALE dell' INGEGNERIA CIVILE, vol. II, SCIENZA DELLE COSTRUZIONI Zanichelli 2001. G. Ballio, F. M. Mazzolani: " Strutture in acciaio" Hoepli 1987
Modalita' Didattica:
Lezioni teoriche/esercitazioni.
Tipo di Esame:
Esame scritto/orale.
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2009
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
INGEGNERIA CIVILE

Meccanica delle strutture

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Conoscere e applicare modelli teorici relativi a continui bidimensionali, a superficie media piana e curva in regime membranale e flessionale.
Prerequisiti: Conoscenze di base dell'analisi differenziale e della scienza delle costruzioni
Contenuti: Stati piani di tensione e deformazione: soluzione problemi di interesse tecnico attraverso la funzione di Airy.
Trave parete, disposizione delle armature per travi parete in c.a. Tubo cilindrico di grosso spessore. Foro circolare in lastre tese. Forza concentrata su semispazio elastico. Limiti di applicabilita del modello 1D: trave di Eulero e di Timoshenko.
Strutture bidimensionali piane sollecitate fuori dal piano. Piastra: concetti intuitivi, modello geometrico e cinematico. Piastra Mindlin-Reissner e piastra Love-Kirchhoff, relazioni costitutive attraverso equivalenza in termini energetici. Formulazione del problema di campo per piastra di Kirchhoff-Love, taglio di Kirchhoff, condizioni al bordo, equazione di Lagrange, soluzioni in serie doppia di Fourier per piastre rettangolari isotrope, disposizione armature in piastre in c.a.. Piastre circolari ed anulari in condizioni di carico assialsimmetrico, solai a fungo e metodi di soluzione approssimata. Solidi bidimensionali curvi, generalita sulle volte sottili. Impostazione generale del problema delle volte sottili.
Volte di rivoluzione, teoria di membrana per carichi assialsimmetrici. Soluzioni in casi particolari, cupola a superficie sferica soggetta a peso proprio, sottoposta a pressione idrostatica. Teoria flessionale asintotica per carichi assialsimmetrici di bordo. Equazione dei tubi: tubi lunghi e tubi corti. Metodo dei coefficienti elastici. Metodi numerici: metodo delle differenze finite, metodo di Rayleigh-Ritz, metodo degli elementi finiti. Elementi finiti di lastra: triangolari, lagrangiani ed isoparametrici (serendipity) in stato piano di tensione e deformazione. Elementi finiti di piastra: elementi di Love-Kirchhoff, problemi a continuita C1, elementi di Mindlin Reissner: problemi di locking.
Riferimenti bibliografici/Testi: 1) Leone Corradi Dall'Acqua, Meccanica delle strutture, vol. 2-3, McGraw Hill.
2)Belluzzi O., Scienza delle costruzioni, vol. 3, Zanichelli
3)Szabo B., Babuska I., Finite element analysis, John Wiley & Sons.
4)Pozzati P., Teoria e tecnica delle strutture, UTET
5)Thimoshenko S., Goodier J.N., Theory of elasticity, McGraw Hill.
6)Thimoshenko S., Woinowsky-Krieger, Theory of plates & shells, McGraw Hill.
7)Leonhardt F., Monning E., C.a & c.a.p. calcolo di progetto e tecniche costruttive, vol 1, ed di Scienza e Tecnica.
Modalita' Didattica:
Lezioni teoriche/esercitazioni.
Tipo di Esame:
Esame scritto/orale.
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2008
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
INGEGNERIA CIVILE